Stando ad un nuovo report di Bloomberg, il Paese di Sony, il Giappone, sarebbe stato “messo da parte” nella pianificazione del marketing per PlayStation 5 e avrebbe visto i suoi team di sviluppo tagliati, poiché la società attribuisce maggiore importanza al mercato statunitense.

Secondo quanto riportato, le “deludenti” prestazioni di PlayStation 4 in Giappone, così come la decisione di PlayStation di spostare il proprio quartier generale in California nel 2016, hanno visto il suo contributo notevolmente ridotto per la sua ultima console. La divisione nordamericana di PlayStation, Sony Interactive Entertainment America, ha visto la sua influenza crescere in modo significativo negli ultimi quattro anni, e il processo avrebbe portato a un numero significativo di licenziamenti in tutta la sua attività europea negli ultimi 18 mesi.

Secondo le fonti di Bloomberg all’interno della sede centrale di PlayStation, l’ufficio statunitense è rimasto deluso dal marketing giapponese per PS4, che ritiene abbia portato a un minor numero di console vendute rispetto al suo predecessore. Per questo, il Giappone è stato “messo da parte” per il marketing di PlayStation 5, secondo diversi membri dello staff giapponese di PlayStation citati da Bloomberg. I dipendenti di Tokyo hanno affermato di essere stati lasciati in attesa di istruzioni dalla California.

L’ufficio statunitense, infine, ritiene che il business PlayStation non abbia bisogno di giochi che vanno bene solo in Giappone, secondo quanto riferito dai dipendenti della sede centrale della California.

Fonte: Bloomberg