Square Enix ha annunciato nelle scorse ore i risultati finanziari per l’anno fiscale terminato a marzo, e come per molte altre aziende videoludiche, il 2020 è stato davvero proficuo.

Nell’anno fiscale conclusosi il 31 marzo 2021, Square Enix ha registrato un aumento del 27.6% dei guadagni per un totale di 3.03 miliardi di dollari, con il reddito operativo che è salito del 44.2% a 430 milioni di dollari. Grazie all’uscita di Final Fantasy 7 Remake e Marvel’s Avengers, alle continue vendite di giochi del suo catalogo e a “solidi” abbonamenti per titoli come Final Fantasy XIV e Dragon Quest X, le vendite sono aumentate del 39.9%. Inoltre, Square Enix ha detto di aver venduto più di 49 milioni di giochi nel solo scorso anno fiscale.

Guardando al futuro, quando la pandemia del coronavirus inizierà ad avere un minore impatto sulla vita di tutti, Square Enix si aspetta che l’attuale anno fiscale porti ad un ulteriore aumento dei guadagni, seppur con un leggero calo del reddito operativo.

Questa strategia sarà completata dal rafforzamento delle attuali proprietà intellettuali e dallo sviluppo di nuovi titoli, con Square Enix che pianifica di “rafforzare la redditività” ed espandere la base dei profitti ricorrenti facendo leva su IP nuove ed esistenti in diverse direzioni.