La pandemia di COVID-19 ha certamente avuto un impatto su tutto il mondo economico, industriale e chi più ne ha più ne metta, ma una scossa l’ha data anche all’industria videoludica, con tantissimi sviluppatori e publisher che hanno dovuto posticipare o rinviare dei loro progetti a causa del lavoro da casa. Tra queste compagnie non manca Square Enix.

Nel suo ultimo report, nel quale ha svelato come sono andati gli ultimi sei mesi in termini finanziari, l’azienda giapponese ha fatto sapere che una delle ragioni per cui non è stata impostata una previsione per i futuri titoli è “l’impatto sulle timeline di sviluppo che hanno portato a interruzioni nel lavoro di outsourcers con cui abbiamo un contratto per una porzione dei nostri sforzi di sviluppo”. Per questo motivo, “rivisitare le nostre timeline di sviluppo ha portato al posticipo di alcuni lanci all’anno fiscale 2022/2023 o dopo“.

Non sappiamo al momento quali siano i giochi colpiti da questi posticipi interni, e difficilmente Square Enix lo verrà a dire, ma è necessario ricordare che al momento in produzione troviamo ben due Final Fantasy, ovvero Final Fantasy 7 Remake Parte 2 e Final Fantasy 16, senza dimenticare Project Athia.