Tramite una nota pubblicata sul sito ufficiale del gioco, Blizzard ha annunciato di aver scelto di non voler più sviluppare nuovi contenuti per StarCraft 2 che dovranno essere acquistati, come Commanders e War Chests.

Il team di StarCraft si concentrerà invece sui “roll stagionali e le necessarie correzioni di bilanciamento“, ha detto il produttore esecutivo e vicepresidente di Blizzard Rob Bridenbecker, nonché su “quale sarà il futuro” per il franchise di StarCraft.

“Continueremo a supportare StarCraft II nello stesso modo in cui abbiamo fatto con i nostri precedenti giochi di vecchia data, come Brood War, concentrandoci principalmente su ciò che interessa di più alle nostre comunità principali e competitive. Ciò significa che non produrremo contenuti aggiuntivi per l’acquisto, come Commanders e War Chests, ma continueremo a fare i rolls stagionali e le necessarie correzioni andando avanti,” scrive Blizzard.

“Tra l’altro, non stiamo pianificando un aggiornamento del bilanciamento del quarto trimestre dato che ne abbiamo fatto uno pochi mesi fa, ma come sempre, abbiamo intenzione di continuare a farlo se necessario in futuro.”

“Sappiamo che alcuni dei nostri giocatori non vedevano l’ora di vedere alcune delle cose da cui ci stiamo spostando”, ha detto Bridenbecker, “ma la buona notizia è che questo cambiamento ci consentirà di pensare a cosa succederà, non solo per quanto riguarda StarCraft II, ma per l’universo di StarCraft nel suo insieme”.

L’espansione finale per StarCraft 2, Legacy of the Void, è stata rilasciata nel novembre 2015. Blizzard non ha attualmente alcun progetto di StarCraft annunciato in lavorazione.

Fonte: Blizzard