Blizzard ha deciso di cancellare uno sparatutto in prima persona facente parte della serie di Starcraft in sviluppo da già due anni per concentrarsi sui futuri Diablo 4 e Overwatch 2: a dichiararlo sono alcuni sviluppatori dell’azienda che hanno deciso di rimanere anonimi.

Questo progetto di Starcraft, nome in codice Ares, è stato descritto come un “Battlefield nell’universo di Starcraft”. Blizzard aveva già realizzato un prototipo dove il giocatore, che si trovava nei panni di un marine Terren, doveva sconfiggere gli alieni Zerg, anche se erano già presenti piani per sperimentare la possibilità di controllare anche quest’ultimi.

Le dichiarazioni rilasciate dai tre sviluppatori descrivono situazioni diverse: il primo dice che sembrava che lo sviluppo del titolo fosse lento. Il secondo parla di un grande shock subito dal team quando Blizzard ha deciso di cancellare il progetto, mentre per il terzo, Ares sembrava promettere bene.

Starcraft 2 immagine 1

Nessun impiegato è stato licenziato dopo la cancellazione del titolo: molti membri del team al lavoro su Ares hanno invece iniziato a lavorare su Diablo 4 e Overwatch 2, che potrebbero essere i giochi di punta che saranno annunciati alla Blizzcon 2019.

Non è la prima volta che Blizzard decide di cancellare uno shooter di Starcraft. Era già successo nel 2006 con Starcraft: Ghost, uno shooter (e stealth) in terza persona dove dovevamo comandare il Terren Ghost Nova: dopo l’annuncio nel 2002, sono avvenuti molti cambiamenti nel team di sviluppo e, a causa anche di continui rinvii, il titolo è stato definitivamente cancellato.

 

Fonte: Kotaku

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •