In un’intervista rilasciata a The Telegraph, Todd Howard, director di Bethesda Game Studios, ha confermato che Starfield sarà un gioco molto lungo. Questo non dovrebbe essere una sorpresa per chi ha giocato a Fallout o a The Elder Scrolls, ma c’è molto di più.

“Non voglio creare aspettative folli per questo. Sapete, abbiamo delle città e le costruiamo come abbiamo costruito le città che abbiamo costruito prima”, ha detto Howard quando gli è stato chiesto dell’approccio del gioco sulle città. “E abbiamo un sacco di luoghi che stiamo costruendo come abbiamo costruito prima. E vogliamo che l’esperienza di esplorazione sia, sapete, gratificante come quella che abbiamo fatto prima. C’è qualche differenza su questo, dato l’argomento, ma ci piace questo dei giochi. Vogliamo puntare in una direzione e camminare e fare in modo che la nostra curiosità sia stimolata e, si spera, ricompensata”.

Howard ha continuato il discorso dicendo che il gioco sarà “molto grande“: “La gente sta ancora giocando a Skyrim e abbiamo imparato da questo. Abbiamo speso più tempo a costruire Starfield per essere giocato a lungo, se si sceglie di continuare a giocare. Ha alcuni ganci in più per questo, che abbiamo aggiunto più tardi ad un gioco come Skyrim… pur facendo in modo che qualcuno che vuole solo giocare, e passare attraverso le missioni principali e ‘vincere’, o sentire che hanno compiuto qualcosa di grande sia fattibile”.

Starfield_Trailer_Sandwhich-11911260c603378699c5.32953850

Parlando invece del reveal trailer di più di una settimana fa, sono stati rivelati alcuni interessanti dettagli. Per la precisione, il senior lighting artist Keith Beltramini ha confermato sul suo profilo ArtStation che il trailer è stato completamente creato “in-game” e senza strumenti di cinematiche.

Starfield uscirà l’11 novembre 2022 su PC, Xbox One e Xbox Series X/S.