Super Smash Bros. Ultimate non ha mai smesso di evolversi: nato inizialmente come un picchiaduro crossover tra vari titoli Nintendo, si è espanso fino ad accogliere personaggi provenienti da altre serie di altri sviluppatori, come l’Eroe di Dragon Quest.

In un’intervista alla rivista Nintendo Dream, il producer di Dragon Quest 11, Hokuto Okamoto, ha raccontato che per poter finalizzare questo accordo c’è stato bisogno di molto lavoro tra la casa di Kyoto e Square Enix: a quanto pare, anche altri team di sviluppo volevano includere i personaggi della serie nei loro titoli, ma tutto ciò non è stato possibile a causa di varie linee guida contrastanti.

“È stato praticamente impossibile far apparire i personaggi di Dragon Quest nei giochi di altre compagnie,” ha detto Okamoto. “Abbiamo avuto molte idee, includendo anche quello che stiamo facendo con Dragon Quest 11 S, come cambiare colore a ogni Eroe dei capitoli passati. Mr. Sakurai ha accettato sia la direzione di Nintendo che il branding di Square Enix, e grazie a questo tutto è andato in porto. È stata un’ottima esperienza.”

In Super Smash Bros. Ultimate deve arrivare un nuovo personaggio come DLC, ma per quanto riguarda Dragon Quest? La serie continuerà, ma prima di poter vedere il 12esimo capitolo ci vorrà ancora un po’di tempo.

Fonte: GamingBolt