A causa di uno strumento di terze parti utilizzato giocare a Super Smash Bros. Melee Online su emulatore, Nintendo ha deciso di far cancellare uno dei più grandi tornei di Super Smash Bros.

The Big House è un torneo dedicato alla serie Super Smash Bros. che si tiene ogni anno in autunno dal 2011. A causa della pandemia globale, l’edizione 2020 che avrebbe dovuto svolgersi a novembre è stata ovviamente cancellata, e se lo ha fatto prima la pandemia, poi ci ha pensato Nintendo.

Melee, come sappiamo, non supporta una modalità online. Tuttavia, grazie a Slippi, uno strumento sviluppato dai giocatori che aggiunge il netcode rollback al gioco originale, è possibile giocare a Super Smash Bros. Melee online tramite un emulatore. Poiché consente anche la registrazione e la riproduzione di partite, gli organizzatori di The Big House hanno deciso di mantenere online l’evento dal 4 al 6 dicembre utilizzando questo strumento per il torneo di Super Smash Bros. Melee.

Tuttavia, visto che il torneo passerebbe attraverso l’uso di uno strumento di terze parti che richiede la riproduzione sull’emulatore e non sulla console originale, Nintendo America ha contattato gli organizzatori per informarli che non avevano il diritto di ospitare e trasmettere l’evento.

“È con il cuore spezzato che The Big House annuncia di aver ricevuto una lettera da Nintendo of America per annullare il nostro evento online,” scrivono gli organizzatori su Twitter. “Ci è stato comunicato che è vietato ospitare e trasmettere l’evento principalmente a causa dell’utilizzo di Slippy. Siamo obbligati a rispettare l’ordine e annullare The Big House Online per Melee e Ultimate.”

Contattata da Kotaku, Nintendo of America ha fornito maggiori dettagli sui motivi che hanno portato a questa decisione.

“Sfortunatamente, Big House ha annunciato l’intenzione di ospitare un torneo online per Super Smash Bros. Melee che richiede l’uso di versioni del gioco copiate illegalmente con una modalità chiamata “Slippi”. Nintendo ha quindi contattato gli organizzatori del torneo per chiedere loro di non farlo e hanno rifiutato, lasciando a Nintendo nessun altra scelta che intervenire per proteggere la sua proprietà intellettuale e il suo marchio. Nintendo non può tollerare o consentire la pirateria della sua proprietà intellettuale.”

Cosa ne pensate?