Techland, studio europeo conosciuto per la serie di Dying Light, ha dovuto ribadire su Twitter tramite il proprio community manager che non è stato acquisito da un altro publisher, rimanendo così un team indipendente.

Per la cronaca, nel corso del weekend si sono diffuse in rete alcune voci di corridoio (la cui veridicità rimane sempre molto dubbia) secondo cui Techland sarebbe stato acquisito da Microsoft.

“Sto ricevendo molte domande sull’acquisizione di Techland, quindi risponderò qui”, ha twittato il community manager di Techland, “Uncy”, rispondendo alla recente speculazione. “Un anno fa circolavano le stesse voci su Internet e la situazione non è cambiata: Techland è uno studio indipendente e non è stato acquisito da un altro editore”.

Effettivamente lo scorso anno era circolata in rete la stessa identica voce di corridoio, anch’essa smentita da Techland. Quando i fan hanno risposto a questo messaggio di Uncy, affermando che Techland continuerebbe a negare un’acquisizione fino ad accordo stretto, Uncy ha aggiunto in un commento separato: “La gente crederà a quello che vuole credere, abbiamo avuto la stessa identica situazione un anno fa e la gente continuava a dire che le dichiarazioni devono essere false e che l’acquisizione sta avvenendo. Indovinate dove siamo ora. Ho postato questo per chiarire la confusione nei miei messaggi privati, tutto qui”.

Parlando di Dying Light, invece, lo sapevate che Techland ha rilasciato un nuovo DLC per il gioco?