La polizia cinese ha fermato quello che si sostiene essere il più grande business di cheating nei videogiochi del mondo.

Come riportato dalla BBC, un’operazione di collaborazione tra la polizia di Kunshan e il gigante cinese Tencent ha portato al sequestro di circa 46 milioni di dollari in beni, tra cui diverse auto di lusso. Gli sviluppatori incriminati avrebbero progettato e venduto cheat per popolari giochi online, tra cui Overwatch e Call of Duty Mobile. Secondo le autorità, il gruppo ha guadagnato circa 76 milioni di dollari in abbonamenti: i prezzi partivano da circa 10 dollari al giorno, ma arrivavano anche a 200 dollari al mese.

L’operazione si chiamava “Chicken Drumstick”, e aveva un sito web “che vendeva cheat in centinaia di paesi e regioni”, sostengono le autorità. La polizia di Kunshan ha trovato e cancellato 17 cheat, arrestando 10 persone legate a questo business e affermando che questo blocco è stato il “più grande del mondo” nel mondo del cheating videoludico, a causa delle ingenti somme di denaro e dei giochi coinvolti.