Tutti noi chiamiamo il nuovo gioco di Zelda “The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2“, tuttavia non è quello ufficiale poiché Nintendo non lo ha ancora confermato. Ma perché?

A rivelarlo sono stati Bill Trinen e Nate Bihldorff di Nintendo Treehouse in un’intervista rilasciata a IGN. I rappresentanti della casa nipponica hanno spiegato che Nintendo chiama il titolo “Il seguito di The Legend of Zelda: Breath of the Wild”, ma che un sottotitolo esiste, non è solo pronto per essere rivelato.

“Per quanto riguarda il perché ci stiamo trattenendo sul nome, dovrete rimanere sintonizzati perché, ovviamente, i nomi di Zelda sono piuttosto importanti, dice Trinen nell’intervista ad IGN. “Quei sottotitoli… iniziano a dare piccoli indizi su quello che potrebbe succedere”.

Come sappiamo i precedenti titoli di Zelda hanno avuto sottotitoli che erano fortemente legati ad alcuni oggetti, come Wind Waker o Ocarina of Time. Sembra dunque che, qualunque sia, il nome ufficiale del sequel di Breath of the Wild fornisca qualche indizio sul tema del gioco.

Nintendo dice che possiamo ancora chiamarlo Breath of the Wild 2 per ora, ed ha affermato ad IGN di non essere arrabbiata per il fatto che tutti usino questo titolo.

“[Breath of the Wild 2] è un titolo sintetico ed è naturale che la gente voglia trovare un modo sintetico per inquadrarlo. Lo chiameremo ancora il seguito di Breath of the Wild”, dice Trinen.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 uscirà nel 2022 su Nintendo Switch.