Stando all’utente di Twitter @HEYimHeroic, gli NPC di The Legend of Zelda: Breath of the Wild non sarebbero NPC creati manualmente da zero, bensì sarebbero legati ai tanto amati Mii. Secondo quanto riportato, gli NPC nel gioco utilizzano una versione avanzata del formato Mii, noto nei file di gioco come “UMii“.

Questi UMii sarebbero simili ai Mii di Wii U e Nintendo 3DS con più o meno gli stessi parametri, ma con alcune piccole differenze. Inoltre, Breath of the Wild non supporterebbe tutte le acconciature dei Mii. Se dovessi caricare un’acconciatura che non è supportata, infatti, il gioco chiamerebbe un file separato che effettua una conversione in un tipo di capelli che assomiglia il più possibile a quelli scelti dal giocatore per il proprio avatar, ma supportato.

Inoltre, sembra che qualsiasi Mii possa essere importato in Zelda: Breath of the Wild: ci vuole solo un po’ di modding, conversione e tempo. HEYimHeroic ha fatto qualche prova, e a quanto pare il risultato finale è piuttosto ottimo. Cosa ne pensate?