In un’intervista rilasciata a VG247 per celebrare il quinto anniversario del titolo, CD Projekt Red ha parlato di alcuni retroscena dello sviluppo di The Witcher 3: Wild Hunt, disponibile su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch.

Più nello specifico, lo sceneggiatore Jakub Szamałek, che ieri ha discusso della possibilità di rendere Ciri la protagonista del prossimo gioco della serie, ha raccontato alcuni dei bug più divertenti riscontrati durante la fase di programmazione e lavorazione di The Witcher 3.

“Ahh, ce ne sono stati moltissimi,” ha detto. “Ho amato vedere Geralt accovacciarsi in una maniera assurda e rimanere in quella posizione a qualsiasi costo. Non dimentichiamoci di persone che perdevano vestiti o assumevano la T-Pose [posa standard nella creazione di un modello 3D, ndr] durante delle scene anche importanti. Ah sì, una volta un’oca entrò in un bar e chiuse la porta dietro a sé.”

“Oppure le persone che iniziavano a ballare nei momenti meno appropriati (come i funerali),” ha aggiunto. “Ci sarebbe moltissimo da raccontare, davvero.”

Come è ovvio che sia, durante lo sviluppo trovare dei bug è molto comune, ma quelli più strami difficilmente ce li si dimentica.

The Witcher 3 è disponibile su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch.

Fonte: VG247