Ubisoft è un publisher che ha sempre puntato molto verso l’innovazione, ed è noto il suo apprezzamento verso Google Stadia, di cui è anche partner. Quando il servizio sarà disponibile a partire da novembre, Ubisoft sarà uno dei supporter principali della piattaforma cloud con già sei giochi confermati.

Nell’ultima rivista di MCV, Alain Corre di Ubisoft ha parlato delle grosse aspettative che ha su Stadia, ed in particolare per due motivi: oltre alla classica espansione della user base, la compagnia punta molto sul fatto che il fornire agli sviluppatori hardware così potente darà il via ad una nuova generazione di videogiochi.

“In passato abbiamo assistito alla nascita di molte nuove tecnologie, come il Wiimote o il Kinect ad esempio. Pensiamo che lo streaming e il cloud gaming portino qualcosa di nuovo nella nostra industria. Ci piace l’idea che il consumatore avrà molti più modi per giocare ai propri titoli, come comprarne uno in edizione fisica, scaricandolo oppure streammandolo,” ha detto Corre. “Dà nuove possibilità, e grazie a questo riusciremo ad attrarre nuove categorie di giocatori.”

“Lo streaming ci darà due cose. Primo, la possibilità di creare giochi diversi. Con le capacità dei server nel cloud, potremo riuscire a portare una nuova generazione di giochi in pochi anni. I server aiuteranno i nostri creatori ad inserire più AI, personaggi ed NPC.”

“Secondo, lo streaming darà la possibilità di giocare ad alcune persone in determinati paesi che non hanno mai avuto la possibilità di godersi questo mezzo di intrattenimento,” ha continuato Corre. “Penso che la combinazione di questi due fattori aiuterà a far crescere il mercato, e ci piace molto questa idea.”

Google Stadia sarà disponibile da inizio novembre. Intanto, la compagnia di Palo Alto ha aperto i pre-ordini per la nuova Premiere Edition, in sostituzione alla Founders Edition ormai sold-out.

 

Fonte: Wccftech