Con un post sul proprio sito, Riot Games ha annunciato che, in un tentativo di combattere la tossicità online, inizierà a registrare la chat vocale di Valorant.

Nella sezione di domande e risposte dell’articolo, Riot ha spiegato che non ascolterà attivamente le chat vocali delle partite di Valorant. Invece, darà un’occhiata alle registrazioni solo “quando viene segnalato un comportamento non adatto“. L’unico modo per evitare di avere le chat vocali di Valorant registrate è disattivare la funzionalità.

“Vogliamo che tutti i nostri giochi siano sicuri e inclusivi per tutti coloro che scelgono di giocarci”, scrive Riot Games in un aggiornamento alla sua politica sulla privacy. “Sappiamo che il comportamento tossico utilizzando la nostra chat vocale è una preoccupazione per molti giocatori, e siamo impegnati ad affrontarlo in modo più efficace.”

“Per poter prendere provvedimenti contro i giocatori che usano la chat vocale per dare fastidio agli altri, fare discorsi di odio o disturbare in altro modo la vostra esperienza, abbiamo bisogno di sapere cosa stanno dicendo quei giocatori. Ecco perché, andando avanti, avremo bisogno della capacità di analizzare i dati vocali”.

Come già detto, solo se un giocatore presenta una segnalazione relativa ad una chat vocale, lo studio può ottenere un registro audio per giudicare se il comportamento di qualcuno giustifica il suo intervento. Inoltre, le registrazioni sono memorizzate solo per un breve periodo di tempo mentre Riot le esamina, dopo di che vengono cancellate.