L’argomento dei videogiochi violenti in USA è sempre più discusso, soprattutto dopo le due sparatorie nel Paese avvenute nei giorni scorsi. Ora, la nota catena di supermercati Walmart sta rimuovendo tutti gli annunci di titoli violenti, come Call of Duty, ecc, senza però agire sulla vendita delle armi.

I dipendenti dei negozi hanno ricevuto delle indicazioni nel quale era espresso di rimuovere immediatamente qualsiasi traccia di materiale violento. La nota in questione è stata condivisa su Twitter, e dice di “Rimuovere dai negozi qualsiasi cosa che contiene materiale violento o comportamento aggressivo. Rimuoveteli dal piano di vendita o spegneteli immediatamente.”

Nella nota è inclusa anche un’indicazione che include lo “spegnere o disconnettere schermi che mostrano demo di giochi violenti e di cancellare qualsiasi evento che promuove gli sparatutto che potrebbero essere programmati nel reparto Elettronica.”

Walmart, però, non smetterà di vendere armi. È chiaro che questa scelta è stata effettuata dopo le parole di vari politici, come Donald Trump, che hanno accusato per l’ennesima volta i videogiochi come colpevoli parziali delle sparatorie che avvengono negli Stati Uniti. I videogiochi violenti sono diffusi in tutto il mondo, ma solamente negli USA è presente questo altissimo numero di sparatorie all’anno.

 

Fonte: IGN