In un comunicato inviato a The Verge Microsoft ha confermato che il servizio Xbox Cloud Gaming (xCloud) gira completamente su hardware Xbox Series X. A detta di Microsoft l’aggiornamento, annunciato qualche mese fa, è stato completato solo di recente. Ma cosa significa per i giocatori? Questo vuol dire che è ora possibile aspettarsi framerate più alti e caricamenti decisamente più veloci quando si gioca in cloud dai server Microsoft.

Per ora è possibile giocare ad un massimo di 1080p e 60 FPS, con Microsoft che non ha ancora aperto le porte al supporto al 4K. Non sappiamo esattamente quando la risoluzione più alta sarà utilizzabile, ma forse non sarà necessario attendere troppo tempo dati i suoi continui sforzi per il servizio.

Microsoft sta lavorando infatti ad un’applicazione Xbox per TV da cui sarà possibile giocare in streaming senza una console. La compagnia sta pianificando inoltre dei dispositivi in stile chiavette collegabili direttamente ad un televisore o monitor, ed è probabile che il 4K arriverà in contemporanea al lancio di queste novità.

Il nuovo web store Xbox per PC, al momento utilizzabile solo in Canada, aggiunge un’integrazione con Xbox Cloud Gaming: da qui è possibile premere un tasto ed entrare direttamente in gioco dal proprio browser. Infine, Microsoft ha recentemente reso disponibile Xbox Cloud Gaming in altri Paesi come Australia, Brasile, Messico e Giappone.