IGN ha avuto la possibilità di intervistare in una nuova puntata del suo podcast Phil Spencer, capo di Xbox. In questa intervista, Spencer ha parlato di diversi argomenti riguardanti Xbox, tra cui acquisizioni, Xbox Series X/S, Halo e tanto altro ancora.

Partendo dal primo discorso, Spencer ha detto che, per lui, le acquisizioni sono un bene per il gaming.

“So che a volte vedo il dialogo nell’industria su, beh, le acquisizioni sono una buona cosa o una cattiva cosa”, dice Spencer prima di congratularsi con Sony per l’acquisizione di Housemarque. “Una cosa che voglio dire è che… dare vita ad un nuovo studio – iniziare qualsiasi piccola impresa, francamente, è una proposta molto rischiosa, iniziare uno studio di videogiochi ancora di più. E se un team si prende il rischio di avviare una nuova azienda, avviare un nuovo studio, costruirlo nel corso degli anni, costruirci un valore. Dire che non dovrebbero vendere, penso sia poco lungimirante”.

Spencer ha chiarito che non tutte le nuove aziende devono vendere e che ci sono molti studi che possono fallire. Ma i team di successo che crescono e potenzialmente vengono acquisiti “è una parte naturale e sana della nostra industria”.

phil-spencer-xbox-series-s-conference-leak

Discutendo invece di Xbox Series X/S, Spencer ha confermato che, per il momento, non sono previsti ulteriori modelli delle console next-gen.

“Non c’è niente che uscirà l’anno prossimo che ti farà sentire come, oh, avrei dovuto aspettare”, ha detto Spencer. “Queste sono le console che avremo sul mercato per anni. E le abbiamo costruite con questo in mente, e amo la tecnologia che c’è dentro e quella capacità, ed è lì che la nostra attenzione sta andando”.

“Non dobbiamo andare a fare hardware solo per andare a farlo. Vogliamo fare hardware perché crea effettivamente nuove opportunità. E ho detto prima che potrebbe essere nella fascia bassa che troviamo opportunità più immediate”.

Spencer non ha però chiuso la possibilità di vedere nuovi modelli in futuro, dato che Xbox continua ad esplorare modi per far giocare più persone ai suoi prodotti e servizi.

Xbox Series X immagine 1

Spencer ha anche parlato brevemente dell’acquisizione di ZeniMax e della nuova tecnologia arrivata da Bethesda, id Software e altri studi del colosso americano. Il dirigente ha detto che l’integrazione di strumenti di sviluppo come l’id Tech di id Software con i team Xbox non è ancora iniziata, ma che delle discussioni sono in corso.

“Ci saranno un sacco di integrazioni tecnologiche che possiamo fare nel corso degli anni, ma siamo così all’inizio di questo viaggio che non vorrei oltrepassare il punto in cui ci troviamo in nessuna di queste conversazioni,” ha affermato.

halo-infinite-multiplayer-map-2

Infine, Spencer ha toccato l’argomento Halo Infinite. L’obiettivo di 343 Industries è quello di rilasciare il gioco vicino alle festività natalizie 2021, e una data di uscita è ancora in fase di discussione attiva.

“Stiamo lavorando sulla data esatta, la prossima cosa per noi è dire un giorno”, ha rivelato Spencer, che ha discusso brevemente del futuro della serie. “Non so se questo è quello che volete che dica o no, come quando penso alla comunità, ma sono solo onesto, non penso in quel modo [ad un abbandono della serie]. Halo sarà qui tra 10 anni. Infinite è il perno per la sua sopravvivenza o meno? Assolutamente no.”

“Il gioco ha una fanbase così appassionata e una tale storia e lore che è semplicemente una IP che rimarrà con noi. Non lo diamo per scontato, ma sicuramente credo nel mio cuore che sia vero”.

Cosa ne pensate?