GamingTalker è alla ricerca di collaboratori, per saperne di più visita questa pagina!

A pochi mesi dal lancio di Xbox Series X sul mercato, Phil Spencer di Microsoft è tornato a parlare delle intenzioni che ha la compagnia americana con questa console di prossima generazione.

Secondo Spencer, nonostante il livello di qualità grafica dei giochi aumenterà esponenzialmente rispetto a quelli di questa generazione, il salto di qualità potrebbe non essere il fattore più importante in questa transizione tra console. Spencer, infatti, pensa che i titoli di prossima generazione saranno più immersivi rispetto a quelli di Xbox One grazie proprio alla potenza di Series X.

“Penso che ora siamo arrivati in un punto in cui – con l’immersività, con gli strumenti che abbiamo e con la potenza della console – i dettagli saranno minori da un punto di vista della visuale,” ha detto Spencer. “Questo potrebbe sembrare da depressi per qualcuno, ma quello che vorrei dire è che il vantaggio che vedo ora è l’immersività del contenuto attualmente in creazione.”

Spencer ha poi continuato affermando che Xbox Series X (e ovviamente PS5) sfrutterà la sua potenza per migliorare il frame rate e i tempi di caricamento, cambiamenti che vedremo nei giochi ottimizzati per la console next-gen.

“Ormai siamo in grado di raggiungere un livello di grafica quasi realistica,” ha detto Spencer. “Quando prendi questo e lo mescoli con un frame rate alto e solido, un input lag bassissimo e la possibilità per gli sceneggiatori di un gioco di spingere davvero le emozioni e la storia che stanno provando a far comprendere tramite al loro titolo, attraverso lo schermo, attraverso il controller e attraverso te stesso, penso che sia proprio questo il vero cambiamento.”

Xbox Series X arriverà sul mercato a fine anno.

Fonte: GameSpot